UFFICIO NAZIONALE PER LA PASTORALE DELLA SALUTE
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Corso per cappellani “di prima nomina”, loro collaboratori e operatori di pastorale della salute 2012

Essere accanto al malato, come “presenza e azione della Chiesa per recare la luce e la grazia del Signore a coloro che soffrono e a quanti ne prendono cura” (cfr La pastorale della salute nella Chiesa italiana n° 19) è un compito prezioso e delicato che necessita passione e formazione.
29 Ottobre 2012
Essere accanto al malato, come “presenza e azione della Chiesa per recare la luce e la grazia del Signore a coloro che soffrono e a quanti ne prendono cura” (cfr La pastorale della salute nella Chiesa italiana n° 19) è un compito prezioso e delicato che necessita passione e formazione. Il corso vuole offrire a cappellani e operatori pastorali che iniziano questo ministero o che, dopo un primo periodo di esercizio sentono l’esigenza di un’ulteriore preparazione, alcuni elementi fondamentali
di pastorale della salute. Con l’aiuto di docenti che vivono da tempo questo servizio e che sono impegnati nella riflessione e nell’approfondimento di tematiche inerenti al mondo del malato e della sofferenza, il corso vuole anche dare l’occasione di un confronto sulle dinamiche fondamentali che incontreranno quanti si avventurano in questo singolare e delicato ambito della pastorale della Chiesa.